A volte è meglio non sapere

libro cristinaNon c’è niente da fare, quando mio marito passa accanto a un esposizione di libri ci si fionda e difficilmente ne torna a mani vuote. Così come quando andiamo al centro commerciale e mentre io mi faccio la spesa lui si studia tutti i titoli esposti.

Uno dei suoi ultimi acquisti è questo Polvere alla polvere di Braian Freeman.

La trama in breve:

Una sera mentre il detective Jonathan Stride si trova al cimitero di Shawano a far visita alla madre, assiste al suicidio di Percy Andrews , un agente di polizia che dopo esser sceso dall’auto si avvicina a una lapide e si spara.

Il detective si avvicina al cadavere e nota che sulla lapide era stata scritta la parola tedesca “Teufel”, ovvero diavolo, accanto al nome del defunto Jet Black. Lo sceriffo Weik non gradisce che il detective si intromette nelle indagini e fa di tutto per allontanarlo dal paese, ma Stride vuole capire il perché di quel gesto e inizia ad indagare anche su insistenza della vedova Kelli Andrews. In passato Percy aveva ucciso, Jet Black, l’uomo che aveva rapito, torturato e violentato una donna, diventando così l’eroe della cittadina, che successivamente sposa.

Perché Percy decide di suicidarsi proprio sulla tomba dell’uomo che aveva ucciso e che aveva torturato sua moglie?? Il caso è intricato, ma Jonathan Stride non si arrende fino a scoprire la verità.

La mia considerazione:

Premetto che il prezzo di questo libro, che si compone di 173 pagine è di euro 1.90. Fortunatamente spesso si trovano libri a prezzi economici, che non solo sono un toccasana per il portafoglio ma sanno anche regalarci un po di relax e piacere. Questo libro sa coinvolgere il lettore, lo rende partecipe della storia e lo appassiona. Un libro che consiglio al 100%.

Ciao da Cristina